top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreSMF Focolari

Seduta solenne - Omaggio per i 50 anni

Aggiornato: 27 maggio 2022


Articolo pubblicato originariamente su http://focolares.org.br/50-anos-mariapolis-ginetta-um-espaco-de-paz/ da Cibele Lana


La Camera Municipale di Vargem Grande Paulista (SP) ha reso omaggio ai 50 anni della Mariapoli Ginetta, la prima Mariapoli brasiliana e luogo in cui si praticano quotidianamente pace e amore.


Un'atmosfera gioiosa, parole e atteggiamenti di incoraggiamento, una visione di fratellanza, unità, rispetto e amore per gli altri hanno caratterizzato la sessione solenne di celebrazione del 50° anniversario della Mariapoli Ginetta. Il momento si è svolto nel Municipio di Vargem Grande Paulista (SP), dove la prima Mariapoli brasiliana è stata onorata giovedì (05) per il suo servizio alla comunità.


Membri del Consiglio comunale di Vargem Grande Paulista (SP)


Durante il suo discorso, il sindaco della città di Vargem Grande Paulista, Josué Ramos, ha sottolineato con apprezzamento alcuni punti della vita e del lavoro sviluppati dalla Mariapoli.


Ha commentato il lavoro professionale, ma soprattutto sociale, svolto dai centri sociali legati alla Mariapoli. Ha detto che sono "espressioni del cuore", luoghi di trasformazione delle vite e che i giovani ne escono preparati per il mondo.


Il Sindaco ha sottolineato la figura di Chiara Lubich: "Lei che credeva che attraverso l'amore fosse possibile cambiare una società. Il Movimento dei Focolari fa questo: diffonde la fraternità, l'amore per il prossimo, la dedizione, la trasformazione di una società.



Ha citato alcune realtà presenti nella Mariapoli, come la presenza dell'Economia di Comunione, con i suoi imprenditori che fanno una grande differenza per la società vivendo e lavorando per un'economia di condivisione.


Ha anche detto quanto sia impressionato - lui stesso e i visitatori che vengono al Mariapoli - dal modo in cui vengono accolti, da persone che hanno un sorriso sul viso. Vengono accolti con amore, con rispetto.


Membri del Movimento dei Focolari durante la sessione solenne.


Ha citato Espiga Dourada e i suoi umili inizi - quando il pane veniva venduto sul ciglio della strada - come esempio di come credere. Un panificio che ha iniziato in modo così semplice e che ora è un punto di riferimento nella regione.


Il sindaco ha sottolineato il suo desiderio che la Mariapoli rimanga un luogo di accoglienza, preparazione e trasformazione delle vite, e che aumenti il numero di persone che possono condividere le loro esperienze di vita. Ha aggiunto che è importante costruire una città migliore.


Omaggio a Mariapoli Ginetta.


Storia della 1ª Mariapoli brasiliana


Nel 1972, 10 anni prima dell'emancipazione della città di Vargem Grande, nacque la prima Mariapoli del Brasile: la Mariapoli Araceli, come si chiamava allora, che iniziò la sua attività come municipio di Cotia.


In quell'anno Ginetta Calliari, una delle prime collaboratrici di Chiara Lubich - fondatrice del Movimento dei Focolari - insieme ad alcuni compagni del Movimento dei Focolari, arrivò in questa regione per iniziare la realizzazione di un sogno di molti: dare vita a uno spazio, una piccola città, attraverso la quale fosse possibile testimoniare come sarebbe il mondo se tutti vivessero il comandamento nuovo di Gesù: "Amatevi gli uni gli altri come io vi ho amato".


Le storie e le esperienze di vita vissute e condivise nella Mariapoli sono innumerevoli, tutte impregnate dello stesso anelito e desiderio di costruire l'unità e offrirla al mondo.


Gli effetti di questa vita vissuta sulla base del Vangelo hanno irradiato e attirato persone da tutto il Brasile e dal mondo per collaborare alla costruzione di questa città-faro che vuole illuminare.


Col passare del tempo, molte famiglie hanno deciso di trasferirsi nella Mariapoli per poter dare il loro contributo e seguire da vicino il suo sviluppo. Anche i giovani, gli adolescenti, i religiosi, i sacerdoti, i seminaristi e molte persone di buona volontà volevano avere il loro posto nella Mariapoli. Così sono nate le scuole di formazione, una caratteristica forte delle cittadine dei Focolari. Le scuole di formazione contribuiscono allo sviluppo di persone nuove, cittadini attivi nel mondo, nel proprio ambiente, ma che portano la luce dell'Unità che chiarisce tutto.


Fátima Sousa e André Prevatto sono stati i residenti della Mariapoli insigniti della cittadinanza di Vargem Grande Paulista, mentre Iolanda e Cecília Gaspar hanno ricevuto un omaggio per celebrare il 50° anniversario della fondazione della Mariapoli - la famiglia Gaspar è stata la prima a trasferirsi nella Mariapoli negli anni Settanta.


Nel 1991, con la visita di Chiara Lubich, che, attraverso la propria esperienza, si è trovata faccia a faccia con la realtà della disuguaglianza sociale nell'area di San Paolo, ha lanciato la proposta dell'Economia di Comunione: una linea di azione dell'Economia basata sulla cultura del Vangelo, la cultura della condivisione.


Da quell'anno, molte persone si sono mobilitate per la causa dell'Economia di Comunione, dando vita a diverse attività e azioni che hanno generato innumerevoli frutti nell'ambito sociale della regione SP, in Brasile e in diversi altri Paesi.


La Zona Industriale Spartaco nasce nei pressi della Mariapoli. Mantenendo i valori dell'Economia di Comunione come fondamento, il Polo accoglie imprese e genera occupazione per la regione, superando le difficoltà che inevitabilmente si presentano, ma che sono parte fondamentale di questo processo di crescita e di realizzazioni alla luce del Carisma dell'Unità.


Il 27 novembre 2001, sempre nella Mariapoli Ginetta, è nato in Brasile il Movimento Politico per l'Unità (MPPU), ispirato dal fondatore e presidente del Movimento dei Focolari.


Con queste realtà e altre sorte come l'Espiga Dourada, il Centro Mariapoli (centro eventi), la Casa Editrice Cidade Nova, la Società dei Movimenti Focolari (SMF), la Chiesa di Gesù Eucaristico, la Mariapoli mantiene vivo il suo obiettivo principale: essere una città che forma, che illumina, una città di Maria che accoglie tutti.


La città di Vargem Grande Paulista ha accolto la Mariapoli, in un'esperienza e in un lavoro che sta diventando sempre più comune e che porta frutti per tutti.


Dichiarazioni della seduta solenne


Josué Ramos, sindaco:

"Vargem Grande ha qualcosa di diverso, perché qui c'è la città di Maria. [Il Movimento dei Focolari è in uscita, alla ricerca di chi ha bisogno, nella preparazione, nell'accoglienza, soprattutto nella cura dei nostri giovani vulnerabili. Voglio ringraziare il Movimento per aver sempre condiviso con il Comune e aver risposto alle nostre richieste. [Congratulazioni al Movimento dei Focolari, congratulazioni a Mariapoli!


Cesar Sena, direttore della scuola statale Valencio Soares Rodrigues:

"Partecipo al movimento dei focolari da 25 anni. Per me questo omaggio è molto importante perché è una risposta al fatto che la Mariapoli è davvero un faro. Io sono un risultato della Mariapoli! La mia formazione come essere umano. Sono molto grato per ciò che ho imparato. Ogni giorno cerco di vivere questa fraternità, questo mondo unito, nonostante la sfida di gestire una scuola con 500 studenti, un unico turno, con una pandemia. Ma grazie a questa unità che ho con ognuno di voi che mi aiuta a portare avanti questo progetto. Mi congratulo con il Comune di Vargem Grande per questa iniziativa di onorare la Mariapoli per questi 50 anni"!


Sérgio Prévidi, membro del Movimento dei Focolari, ex sindaco della città di Itú e attuale direttore esecutivo della SMF - Società Movimento Focolari:

"Se dovessimo elencare qui tutto ciò che la Mariapoli ha fatto, utilizzeremmo una grande quantità di tempo dell'evento. Ma questo è sufficiente: il rafforzamento del legame tra le autorità pubbliche, la società di Vargem Grande Paulista e la Mariapoli Ginetta. Questo è il lavoro di Co-Governance, non è un lavoro isolato di ciascuna parte. È un lavoro congiunto, che è più efficiente".

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


APOIE, DOE E AJUDE

QR Code Ajuda SMFocolari
bottom of page